Curiosità di Disneyland Paris – Frontierland

Oggi ci inoltriamo nell’ultima area del Disneyland Paris Park, Frontierland, casa di cowboy, miniere e indiani.

INGRESSO

-Passiamo attraverso il forte per entrare a Frontierland. Il forte di Legends of the Wild West si chiama Fort Comstock come quello in Nevada ma anche come Paul Comstock, responsabile paesaggista del Parco.

-All’interno il cercatore d’oro beve whisky prodotto dagli Imagineers. La bottiglia riporta infatti la scritta “Old Imagineers” e contiene alcool fermentato imbottigliato a Glendale, sede di Walt Disney Imagineering. Sulla bottiglietta (come in Discoveryland) è riportata la scritta 1401 dall’indirizzo di Glendale 1401 Flower Street.

-Gli avvisi per ricercati appesi al muro sono quasi tutti autentici.

 

THUNDER MESA

-Proseguiamo. Sul terreno ci sono tracce di diligenze e ferri di cavallo, vedete?

-I 3 alberi centrali erano lì anche prima della costruzione di Frontierland e di Disneyland Paris, nel precedente campo di barbabietole. Sono stati trapiantati durante i lavori e poi ripiantati.

-Ah, prestate attenzione ai proiettili vaganti, come dimostra l’insegna del Last Chance Café.

-Sui bidoni di Frontierland c’è la data 1849 dentro una stella e circondata da bandiere. Il 1849 è l’anno di arrivo degli immigrati in California per la corsa all’oro.

-Lo vedete il carro del farmacista, dottor Wassel? Vende medicinali che possono essere usati sia sugli uomini che sugli animali.

-Vicino ai bagni, verso Phantom Manor, J. Nutterville è sia falegname che becchino.

-A Thunder Mesa c’è un vecchio ascensore da miniera. Sentite laggiù i minatori al lavoro?

-Guardate quel cartello tra i negozi Bonanza Outfitters e Eureka Mining Supplies: si tratta di un prodotto per la crescita dei capelli a base di verdure siciliane.

-Il negozio Bonanza Outfitters prende il nome da Bonanza, una serie televisiva americana.

-Le pareti del ristorante Fuente Del Oro presentano motivi realizzati con … tazze di caffè incrostate!

 

LUCKY NUGGET SALOON

-Entriamo nel saloon!

Il Lucky Nugget Saloon è stato fondato nel 1858 come indicato sulla facciata. Questo è l’anno della scoperta della pepita d’oro Welcome Nugget, la pepita più grande.

Sul retro della sala ristorante, dietro il palco, c’è un grande dipinto di Thunder Mesa, in cui sono rappresentati i diversi luoghi e attrazioni di Frontierland: Big Thunder Mountain, Phantom Manor, Cowboy Cookout Barbecue, ecc.

 

PHANTOM MANOR

-Spostiamoci ora verso quella grande casa sulla sinistra, in cima alla collina. Si tratta di Phantom Manor.

Questa versione dell’attrazione è diversa da quelle in tutto il resto del mondo. E’ vecchia e fatiscente secondo i progetti degli Imagineers. Le attrazioni nei Parchi americani, la classica Haunted Mansion, invece sono mantenute e pulite per precisa scelta di Walt Disney. A Disneyland Paris in particolare la parte destra è più danneggiata perché il maltempo arriva da est.

In ingresso c’è una targa con scritto in latino una citazione di Orazio “Non Omnis Moriar” cioè “Non morirai completamente”.

Guardate la prima finestra a croce di Phantom Manor: la vedete la scritta “Aiutami”?

Si può di tanto in tanto vedere il Fantasma nella finestra di sinistra del primo piano. Quando è buio si può anche vedere una luce che passa da una finestra all’altra e la sposa dalla finestra centrale.

Entriamo a visitare Phantom Manor! Nella stanza che scende, guardando in alto quando sentiamo la risata si può vedere lo sposo appeso al soffitto. La voce di questa risata appartiene al grandissimo Vincent Price.

Nella sala da ballo c’è un quadro che rappresenta Phantom Manor. Sopra il maniero si addensano nubi minacciose.

Nella galleria di ritratti vedete quel bimbo di 1 anno? E’ Walt Disney.

Prima di salire sui veicoli c’è un orologio le cui lancette girano all’indietro.

In origine nei giardini di Phantom Manor doveva esserci una serra e una stalla per il cavallo fantasma.

—> Avete già letto il mio articolo dedicato a Phantom Manor? Lo trovate qui

BOOT HILL

Boot Hill è la collinetta con il cimitero sotto Phantom Manor. Tutti gli abitanti di Phantom Manor sono presenti a Boot Hill tranne Leota.

Vediamo alcune tombe:

Cominciamo da queste quattro, con teste di animali:

– 13 novembre 1865 “Colazione” con uno scoiattolo;

– 13 novembre 1865 “Lunch Time” con un puma;

– 13 novembre 1865 “Dinner Time” con un uomo;

– 13 novembre 1885 “In letargo dopo anni di caccia felice” un orso.

Avviciniamoci alla tomba più grande… sentite questi colpi? E’ una persona sepolta viva o un cuore che batte?

Una delle tombe di Boot Hill è in onore dei membri della “Gang in Wallet Gang“, cioè “La banda con il portafoglio bucato”, ovvero gli Immagineers che lavoravano a Frontierland.

Su un altro, è scritto “Jacques Schrillman / Linciato da una manciata di amanti della musica / Una nota falsa lo avrà ucciso / 9 maggio 1865″. C’è un violino su questa tomba”.

Poi una tomba spezzata in due “Valentine, le Désossé / Qui riposano le briciole di un uomo rotto”. Valentin le Désossé era il nome d’arte di una ballerina e contorsionista francese del XIX secolo di nome Edme Étienne Jules Renaudin.

Tra le tombe, c’è quella di Dakota Dick che riporta: “Impiccato il 17 ottobre 1867 / Disceso agli inferi il 16 gennaio 1868 / Accoltellato il 18 dicembre 1868 / Avvelenato il 21 maggio 1869 / TORNERÀ”.

Due tombe sono in onore dei due servitori del maniero “Jasper Jones / Servitore leale / Deceduto 1866 / Manteneva felice il Padrone” e “Anna Jones / Fedele domestica / Morta 1867 / Manteneva più felice il Padrone”.

Su un altro, è inciso “In memoria del reverendo Jared Bates, morto il 6 agosto 1862, eretto dalle figlie del Lucky Nugget Saloon: Brigitte, Caroline, Lotte, Anna, Lulu, Fifi e Sue, il suo gregge”

Su una delle tombe di Boot Hill, dice “Flora Pinson 1805-1861, fu scoperta ad aprile e ora riposa sotto i fiori”.

Qui si trovano anche le tombe degli sposi di Ravenswood, i proprietari di Phantom Manor e della miniera di Big Thunder Mountain. Su quest’ultimo, è scritto: “Dopo aver litigato e combattuto come marito e moglie, ora silenziosi insieme oltre questa vita / Henry Ravenswood 1795-1860, Martha Ravenswood 1802-1960”.

Su un altro leggiamo: “Qui giace Leadfoot Fred, ha ballato troppo lentamente e ora è morto, 1802-1866″. Gli stivali sono rappresentati con fori di proiettile su questa tomba, Leadfoot può essere tradotto come “piede di piombo”.

Su una tomba a forma di porte di saloon, è inciso “Riposa in pace, Barroom Benny, Sembra che tu abbia bevuto un drink troppo”. Il nome di questa persona può essere tradotto come “sala bar”.

Una delle tombe di Boot Hill è in onore di “B. Arnold, freddo è il mio letto, ma oh, lo adoro, perché i miei amici sono ancora più freddi”.

Una delle tombe è in onore di “Harry rabbioso / È diventato caldo / Ma era lento / Così è stato messo / Sei piedi sotto”

Nel cimitero di Boot Hill ci sono tre tombe della stessa famiglia:

– “Mary Murphy, 1837-1859, Til Death …”

– “Frank Ballard, 1829-1859, … Do Us Part”

– “Ma Ballard, 1800-1859, Over My Dead Body”

Appartengono ad una coppia felice, le tombe sono misteriosamente vicine, sotto lo sguardo sospettoso della suocera sullo sfondo.

Alla fine del cimitero vediamo il memoriale dei minatori che morirono durante l’esplosione della miniera di Thunder Mesa: “No 39. Questi minatori furono avvertiti / che scavando troppo in fretta / avrebbero perso il loro oro / in un’esplosione”. Il numero 39 corrisponde al numero della miniera che è esplosa.

 

BIG THUNDER MOUNTAIN

-Vedete quel vecchio trattore di fronte all’ingresso di Big Thunder Mountain? E’ autentico e apparteneva a una coppia di vecchi contadini americani, che accettarono di cederlo al parco in modo che, con i soldi raccolti, il marito potesse acquistare un anello per la moglie per le nozze. Una storia molto romantica, non trovate?

-Dietro Big Thunder Mountain si trova Wilderness Island, un’isola che è rimasta allo stato brado, ispirata direttamente da una vera isola con lo stesso nome situata nello stato del Maine negli Stati Uniti.

-Durante la ricerca delle miniere di Thunder Mesa, i minatori hanno scoperto uno scheletro di dinosauro intrappolato in geyser dall’altra parte di Rivers of Americas… Se guardate bene la montagna riuscirete a scorgerlo.

-Accanto a Big Thunder Mountain nel piano originario di Frontierland a Disneyland Paris doveva esserci un’attrazione per bambini.

-Per far sembrare Big Thunder Mountain più alta dei suoi 33 metri sono stati applicati diversi trucchi: gli alberi in primo piano sono più grandi di quelli sullo sfondo e i colori sono di un tono più morbido nella parte posteriore e più forte in primo piano.

-Tutti gli accessori presenti nella coda di attesa e in tutto il percorso dell’attrazione (carri, strumenti, lanterne, botti, ecc.) risalgono alla fine del XIX secolo e provengono da città fantasma, musei, miniere abbandonate e mercati delle pulci negli Stati Uniti. Inoltre, durante l’installazione degli accessori e degli strumenti della miniera, per fissare viti e serrare dadi così vecchi i tecnici hanno dovuto cercare ed utilizzare gli strumenti dell’epoca.

 

RIVERS OF AMERICA

-Saliamo ora a bordo di quel romantico battello a vapore che vediamo attraccato sul fiume. E’ una delle attrazioni più amate di Frontierland e di Disneyland Paris.

La Molly Brown prende il nome da una delle poche sopravvissute del Titanic, il cui marito si arricchì acquistando una miniera…

-La Molly Brown durante la sua traversata passa davanti al vecchio Joe alias Catfish Joe, che è seduto su una sedia a dondolo vicino al fiume con il suo cane Moonshine. Lo stampo usato per il suo viso è lo stesso di uno dei pirati dell’attrazione Pirati dei Caraibi. Ed è la stessa cosa per il  cane. Sapete riconoscerli?

 

PUEBLO TRADING POST

Il Pueblo Trading Post è una boutique indiana ispirata all’architettura di un autentico villaggio indiano, Pueblo De Taos, che si trova in New Mexico.

-La costruzione vicino al Pueblo Trading Post è stata utilizzata per raccogliere l’acqua piovana.

-Fino all’ottobre 1994, l’attuale villaggio indiano di Pocahontas includeva anche l’attrazione Canoes, dove si potevano effettuare gite sul fiume in canoa.

-C’era anche un’altra attrazione con le barche, River Rogue Keelboats, attrazione attualmente presente a Disneyland e Magic Kingdom.

-Sul tavolo dell’edificio all’ingresso del villaggio indiano di Pocahontas, sul cartello sono indicati ancora i nomi di alcune barche, una chiamata Gullywumper e un’altra Bertha Mae. Questi nomi derivano dalle barche rappresentate in un episodio della serie Davy Crockett

-Vedete quel cartello sull’edificio all’ingresso del villaggio indiano di Pocahontas? Dice “Scomparsa una cassa di esplosivi. Se la trovate siete pregati di restituirla a T.N.Tee, Blaster “. Questo è un gioco di parole con T.N.T. che è un esplosivo e un Blaster, un tipo di arma usata nella saga di Star Wars.

-Nel Far West quando un cowboy andava a mangiare al saloon si portava la sua sedia. In omaggio a questa usanza il ristorante Cowboy Cookout ha sedie tutte diverse.

 

CHAPPARAL THEATRE

-Sulla strada per la stazione di Frontierland, a Disneyland Paris, c’era un vero mulino a vento vintage. Il suo proprietario è stato a lungo riluttante a separarsene perché lo amava moltissimo, ma gli Imaginieers sono riusciti ad ottenerlo offrendogli una televisione in cambio.

-Fino a luglio 2007, al posto del mercato di Arendelle, c’era Critter Coral che era un ranch con diversi animali. Nell’estate del 2007, il ranch è stato sostituito dal Roundup Village di Woody, dove si potevano incontrare Woodie, Jessie e talvolta anche Minnie in costume da Far West. Nell’estate del 2015 è stato sostituito dall’attuale mercato di Arendelle.

-Il nome originale del Chaparral Theatre era The Chaparral Stage. Il teatro inizialmente non era coperto ma poi, a causa del meteo francese, è stata aggiunta la copertura diventando così un vero teatro e cambiando nome.

-In Disneyland Railroad – Frontierland Depot, il suono del telegrafo trascrive il discorso inaugurale di Walt Disney all’apertura del primissimo Disneyland in codice Morse!

-La vedere quella torre d’acqua vicino a Disneyland Railroad – Frontierland Depot? Serve per caricare i serbatoi dei treni a vapore.

Lasciamo Frontierland, terra di minatori e fantasmi e lasciamo anche Disneyland Paris. Spero che questa rubrica vi sia piaciuta, attendo i vostri commenti qui sotto al post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *